La perduta umanità delle carni animali

La macchina dell’irrisione partita contro ambientalisti e scienziati che hanno messo in dubbio la salubrità delle carni lavorate, non è sufficiente a difendere uno status, anche culturale, che negli ultimi anni viene sempre più spesso messo in discussione

Sentirsi a casa nel mondo – I daini nella pineta

Ma i daini che ci fanno nella pineta di Ravenna? E i pini allora…

Ritratti da un’Esposizione

Dall’Expo di Londra del 1851 a quella di Milano del 2015. Dalla mietitrice di McCormick al gelato alla vodka. Ma nel 2015 è ancora necessaria un’Esposizione universale per portare anche il più sedentario degli individui a contatto con il mondo?

Faenza puzza?

Faenza merita la fama che gli inceneritori le avrebbero dato? Ed è davvero la puzza il nemico pubblico numero uno del «biotopo faentino»?

Faenza, città ad altissima densità culturale

Per anni è stato una sorta di dico-non-dico, relegato nell’ambito dell’appena percepibile. Una radiazione cosmica di fondo adagiatasi sulla città, in equilibrio sulle disquisizioni in tema di faentinità, in attesa di materializzarsi in dato quantificabile. Ma a quanto pare, ora ci siamo. A mettere nero su bianco il primato della città di Faenza è Matteo Zauli. Per ora solamente su di una cartella Excel nel computer del suo ufficio nel Museo Zauli. «In attesa di doverla aggiornare di nuovo», spiega lui. E’ l’esito di una ricerca condotta da Zauli insieme ad Alessandro Bollo, docente al Politecnico di Torino. La quale […]

Alla ricerca del voto perduto

E’ l’affluenza il dato che è parso preoccupare di più i candidati sindaci. Sconfitti e vittoriosi, promossi e rimandati al ballottaggio, tutti hanno generalmente individuato in quel 58,96% il dato che merita più riflessioni. L’affluenza è stata la protagonista assoluta delle prime ore della notte elettorale vissuta a Palazzo Manfredi tra il 31 maggio ed il 1° giugno, nelle parole di Tiziano Cericola (solo all’alba Rinnovare Faenza ha avuto la certezza di aver centrato l’obiettivo minimo, ovvero l’ingresso in Consiglio), così come in quelle del sindaco Malpezzi – deluso per la mancata vittoria al primo turno – e di Edward […]

L’eredità di Evangelista Torricelli – Meteofa.it

Sull’Atlantico un minimo barometrico avanzava in direzione orientale incontro a un massimo incombente sulla Russia, e non mostrava per il momento alcuna tendenza a schivarlo spostandosi verso nord. Le isoterme e le isotere si comportavano a dovere. La temperatura dell’aria era in rapporto normale con la temperatura media annua, con la temperatura del mese più caldo come con quella del mese più freddo, e con l’oscillazione mensile aperiodica. Il sorgere e il tramontare del sole e della luna, le fasi della luna, di Venere, dell’anello di Saturno e molti altri importanti fenomeni si succedevano conformi alle previsioni degli annuari astronomici. […]

L’ultimo valligiano

Il requiem di Serantini alle Valli che furono È con lo scrittore Francesco Serantini che inaugura l’edizione 2015 della Musica nelle Aie. Tra le più nitide voci romagnole del Novecento, il lamento di Serantini – amplificato dalla raccolta di riflessioni Addio alle valli – è quello di milioni di storie vissute ogni giorno nel mondo, di cui quelle valli scomparse costituiscono un fulgido esempio. La Romagna di cui scrisse Serantini era quella, in larga parte svanita, delle valli, delle paludi, degli acquitrini, che praticamente senza soluzione di continuità si estendevano dalla sua parte settentrionale fino al delta del Po. «In […]

Faenza, Elezioni Amministrative 2015: fuga dai partiti

Sono i partiti, fino ad oggi, i grandi assenti della campagna elettorale. Ancora più che cinque anni fa, persone e intenzioni si sono mosse indipendentemente, e spesso con largo anticipo, rispetto a quelle formazioni cui la politica fino a poco tempo fa era delegata. Le quali spesso si sono dovute accontentare di prendere la scia di candidati già in campo, puntellando posizioni già delimitate sullo scacchiere. Le avvisaglie di questa tendenza si erano già avute nel 2010. Già cinque anni fa due soli candidati erano direttamente associabili a formazioni partitiche. Rispetto ad allora, anzi, si può affermare che il candidato […]